Il parere

Il parere

Di Giorgio Brignola

La storia di questa Repubblica è costellata d’eventi che, da incredibili, si sono fatti attendibili. Per il passato, certi progetti andavano a buon fine perché c’era chi li poteva realizzare. Oggi la realtà è differente e l’attuale Esecutivo non è più attendibile. Apparentemente, non è modificato nulla. Abbiamo ben capito che per cambiare non basta più avanzare progetti, ma anche avere la forza politica per definire emendamenti di cui avremmo disperato bisogno. Il tutto aggravato da una pandemia drammatica. “ Prospettare” e “Decidere” viaggiano su binari che si stanno allontanando. Quali sono le reali prospettive per questo Potere Esecutivo? L’interrogativo è insito nelle premesse che potrebbero essere spunto per manifestare delle risposte. Invece, si preferisce girare “in tondo”, lasciando il sospetto che non si possa mantenere ciò che servirebbe. La “crisi” politica è nell’aria. Perché, se così non fosse, il barcamenarsi degli eventi potrebbe essere anche un segnale per non frenare una situazione difficile da combattere. Invece, la questione è troppo seria per sottovalutarne gli effetti; anche entro poco tempo. Questo governo è riuscito a dare stimolo al sistema per determinare un effetto volano. Anche prima della pandemia. Auspicavamo che l’Esecutivo, data l’incerto patto, si sarebbe mosso a carte “scoperte”. Invece, tutto s’è giocato” in una partita che aveva per posta il futuro della Penisola. C’è da sperare che s’accantonino circostanze in negativo che potrebbero evidenziarsi già prima della prossima primavera. Andare alle urne non gioverebbe; anche per l’esistenza di una legge elettorale da cambiare. Insomma, questa Cobelligeranza ha iniziato a dare segni di cedimento. Com’era più che scontato.

Giorgio Brignola

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: