Futuro ipotecato

Futuro ipotecato

Di Giorgio Brignola.

Il Bel Paese è, in recessione economica. Tuttavia, nel bene come nel male, si tira avanti. Anche questo, nella disgrazia, è uno dei miracoli all’italiana. Vivere d’immaginazione è sempre meglio che sopravvivere senza illusioni. Politicamente, la realtà è più complessa. Per di più, con questo Esecutivo di Centro/Sinistra non ci saranno più svolte “storiche”. La politica della formica non è stata migliore di quella della cicala e la ripresa d’Italia non la percepiamo prossima, né generalizzata. I sacrifici hanno vanificato ogni fiducia nei confronti di chi è alla guida del Bel Paese. Così, accanto alle percezioni, rimangono tante incertezze. Compresa quella correlata alla Pandemia. Questo Governo dovrebbe, prima di tutto, essere privo d’incoerenze. Chi s’interessa ai problemi degli altri, potrebbe curare una “strategia ” più chiara. Anche se a tempo determinato. Invece, l’attuale “centro/sinistra” presenta già qualche difformità di merito. Il resto sarà lasciato alle iniziative di una Maggioranza che sembrava impensabile. Così, se questa classe politica non andrà in “Paradiso”, è anche sicuro che non prenderà la strada per l’”Inferno”. Per gli uomini di partito cambierà poco. Ci saranno, forse, anche più simboli nella prossima scheda elettorale. Sempre che questo Potere Legislativo si decida a varare un regolamento elettorale coerente. Non esiste più la facciata di una strategia del “Buon Governo.” Segno, evidente, che il nostro futuro potrebbe già essere ipotecato.

Giorgio Brignola

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: