Giornata internazionale dei diritti umani. L’intervento di Sawsen Mabrouk

Excellence

“Ho preparato un intervento sul diritto all’istruzione, in occasione della mia partecipazione alla celebrazione della Giornata internazionale dei diritti umani, e vorrei condividerlo con voi. Penso che l’istruzione in questo momento e per ogni momento sia molto importante da difendere e da proteggere sopra ogni cosa.”

Qui di seguito il mio contributo:

Eccellenze,
Signore e signori

“… È un onore e un grande piacere unirmi a voi in questa Conferenza Intrenazionale ed essere invitato come relatore ..”
Lady Amb Dr. Sawssen Mabrouk
Consulente UNESC Africa

1)Qual è il diritto all’istruzione?

Tutti hanno diritto all’istruzione. Gli obiettivi dell’educazione includono:
– Il pieno sviluppo della personalità umana.
-La conservazione della sua dignità.
-L’empowerment di ogni persona.
-Il consolidamento del rispetto dei diritti umani.
L’istruzione è di importanza soggettiva ed è spesso descritta come un diritto “raddoppiato”, poiché il grado di accesso all’istruzione influisce sul livello di godimento di altri diritti umani.

2)Istruzione e COVID-19..

Molti Paesi colpiti dalla pandemia COVID-19 hanno scelto di completare il resto dell’anno scolastico fornendo lezioni a distanza per garantire il completamento dei programmi educativi e per motivare gli studenti a studiare e salvarli dalle grinfie del digitale e di altri giochi.
In Tunisia non è così, perché la fragilità e la stanchezza del sistema educativo hanno impedito la programmazione di lezioni virtuali durante le vacanze prolungate.
“Il 93% degli studenti delle scuole elementari e l’89″% degli studenti delle scuole medie e superiori
non può seguire corsi online.
Il 71% degli studenti delle scuole elementari e il 49% degli studenti delle scuole medie e superiori non hanno l’attrezzatura informatica necessaria per tale processo.
Il 73% degli studenti delle scuole primarie e il 40% degli studenti delle scuole medie e superiori non hanno Internet a casa. “
Indagine del Ministero dell’Istruzione tunisino – ottobre 2020

3)Cosa fare per riformare il sistema educativo.

-La creazione di un modello di sviluppo globale e sostenibile. Questo approccio si basa sull’investimento nella conoscenza.

-Creare un modello di sviluppo giusto può essere equo nell’accesso alla conoscenza attraverso una distribuzione equilibrata di istituzioni e strutture.

-Sviluppare infrastrutture educative e collegare la ricerca scientifica e universitaria con le attività economiche locali e regionali.

-Investire in specialità scientifiche e settori economici ad alto valore aggiunto sull’innovazione scientifica e tecnologica.

-Sviluppare competenze e aprire canali di comunicazione tra centri di formazione e istituzioni per garantire la cooperazione e migliorare la produttività dei lavoratori.

-Equità nell’accesso alla conoscenza attraverso la cura dell’istruzione pubblica e gratuita, il miglioramento della sua qualità e l’avanzamento del settore privato affinché sia ​​un supporto e un complemento a quello pubblico

4)Istruzione nella società edile:

Primo:L’istruzione è uno degli elementi più importanti per la costruzione di una comunità culturale e scientifica secondo una serie di comportamenti e interessi partecipativi diversi tra i suoi membri, insegnando alle persone come agire come cittadini istruiti e colti all’interno del loro paese

Secondo:Indirizzandoli all’appartenenza e al patriottismo all’interno dello stato e della società, inoltre, l’istruzione contribuisce a costruire una società in via di sviluppo insegnando ai suoi membri come essere produttivi attraverso la formazione pratica e svolgere le funzioni individuali e il lavoro di base.

Terzo :La costruzione di comunità amplia anche gli orizzonti culturali e scientifici di diversi popoli, aumentando la capacità di pensare in un diverso insieme di campi scientifici, come le scienze artistiche, le scienze filosofiche e molte altre aree che indicano l’importanza dell’educazione nella costruzione della società.

 “L'istruzione è l'arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo. "

Dal suo discorso, Madison Park H.S. Boston, 23 giugno 1990 : Il leader africano Nelson Mandela

Grazie mille per la vostra attenzione
“… Infine, a nome mio e a nome di tutti i Presidenti di Paese e Regioni in Africa, estendo i miei più sinceri ringraziamenti a tutti gli altri onorevoli ospiti e relatori ..”
Lady Amb Dr. Sawssen Mabrouk
Consulente UNESC Africa

Corrispondente Progetto Radici, Tunisia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *