Il sistema

Politica

Di Giorgio Brignola

I mesi che ci aspettano influiranno sul nostro futuro. Questo Esecutivo ha mostrato tutti i suoi limiti ed è per il perseverare di questa pandemia che Conte è alla guida di un Governo che politicamente ha fornito prova d’inefficienza. Si è percepito, infatti, un meccanismo d’auto rigetto del quale ciascuno dovrà, alla fine, assumersi le proprie responsabilità. Perché, solo dopo un franco “distinguo”, sarà possibile discernere il “nuovo” dal “rinnovato”. Dato che, tra l’altro, le differenze sostanziali sono “sottili”. Questo Coronavirus ha condizionato la politica che è, ora, solo d’emergenza. Intanto, s’è evidenziato quello che temevamo: l’Italia è in recessione. Adesso, bisognerebbe eliminare le questioni improponibili o, in ogni caso, di secondaria importanza per il Paese. Il “necessario” subito. Per il resto, ci sarà da contare sulla “tenuta”di questa Legislatura ancora alla vecchia maniera. Come a scrivere che il 2021 potrebbe essere l’anno dei “cambiamenti”. Solo un rinnovamento politico potrebbe essere la cura per la salvezza della Penisola. Per il Covbd-19 agirà il vaccino. Purtroppo, però, abbiamo la sensazione che un sistema stia decadendo e il nuovo corso non sia stato concretamente tracciato. Di conseguenza, non è possibile essere ottimisti. Ciò non ci vieta, però, d’augurare ai politici nazionali di ritrovare la “luce”; per evitare che si perseveri nel “buio” di un dispositivo inconcludente e, di conseguenza, inefficace per il Paese. Insomma, è il sistema che ha da cambiare. Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *