Helsinki, l’incontro ‘De signo, disegno, design’

Cultura

 

Helsinki, l’incontro 'De signo, disegno, design'
Maeci
 

L’edizione 2020 della Giornata del design italiano nel mondo sceglie quale tema “Disegnare il futuro. Sviluppo, Innovazione, Sostenibilità e Bellezza”. Per l’occasione l’Istituto Italiano di Cultura di Helsinki organizza per questa sera alle ore 18 (le 17 in Italia) un incontro online con l’architetto e designer Alessandro Colombo. Modera l’incontro il professor Antonio Sciacovelli dell’Università di Turku.

design (v.)

from Latin designare “mark out, devise, choose,

designate, appoint,” from de- “out”+ signare “to

mark,” from signum “a mark, sign”

design (n.)

from Italian disegno, from disegnare “to mark out,”

from Latin designare “to mark out”

I tre termini de signo, disegno, design sintetizzano la storia del progetto nella cultura italiana dall’età classica ai giorni nostri e le tre lingue, latino, italiano, inglese evidenziano quella che una koinè del progetto nel mondo, il disegno italiano appunto. 

Nell’incontro si indaga la tradizione classica con riferimento a Leonardo da Vinci per arrivare all’età moderna con la nascita della cultura politecnica sino a percorrere l’età d’oro del secondo dopoguerra ove affondano le radici sia il momento attuale sia le prospettive future in termini di qualità e sostenibilità.

 L’incontro – in lingua italiana – si svolgerà online tramite la piattaforma Zoom. Iscrizioni a eventi.iichelsinki@esteri.it. Gli iscritti riceveranno per e-mail un link per partecipare alla videoconferenza su Zoom.

 

ddi 2020 logo

Alessandro Colombo, dopo gli studi classici e musicali, si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 1987 con il professor Marco Zanuso con la tesi ” La fabbrica di Vegetali”. Nel 1989 inizia il sodalizio con Pierluigi Cerri presso la Gregotti Associati International. Nel 1991 vince il Major of Osaka City Prize con il progetto: “Terra: istruzioni per l’uso”. Con Bruno Morassutti partecipa a concorsi internazionali di architettura ove ottiene riconoscimenti. Nel 1996 cura, con Pierluigi Cerri, il disegno di Palazzo Marino alla Scala a Milano per Trussardi e nel 1998 il progetto degli spazi pubblici e delle strutture dell’Expo ‘98 a Lisbona. Nel 1998/99 è socio fondatore dello Studio Cerri & Associati, di Terra e di Studio Cerri Associati Engineering. Nel 2004 vince il concorso internazionale per il restauro e la trasformazione della Villa Reale di Monza e il Compasso d’Oro per il sistema di tavoli da ufficio Naòs System, Unifor. E’ docente a contratto presso il Politecnico di Milano e presso il Master in Exhibition Design IDEA, di cui è membro del board. E’ corrispondente del Giornale dell’Architettura e ha curato le mostre presso il padiglione italiano a Shanghai post Expo 2010. Su incarico del Politecnico di Milano ha curato il progetto per il Coffee Cluster presso l’Expo 2015 di Milano.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *