Viaggi in Italia,conosciamo le Regioni del Sud!

Turismo

Cari lettori,

in questa situazione così delicata, ci teniamo a ringraziarvi per la fiducia che ci state dimostrando continuando a scriverci e ad affidarvi a noi per essere informarti..

Siamo felici di avere la vostra fiducia anche in questo momento e da parte nostra c’è la completa disponibilità a procurarvi notizie regionali, nazionali e internazionale di certo interesse.

Ora con la collaborazione e patrocinio dell’Associazione Nazionale Italiani nel Mondo, ANIM, www.associazioneitalianinelmondo, organizzazione di promozione sociale , no profit, vogliamo proporvi di visitare in modo particolare le regioni del Sud: Basilicata, Calabria, Molise, Abruzzo e Puglia proponendovi dei viaggi che possano essere anche un momento per risollevarsi e rilassarsi una volta passato questo momento difficile per tutti e visitare le regioni dove il Sole e il mare sono come dire ‘invitanti’ ogni giorno dell’anno.

Tuttavia, per senso di responsabilità verso di voi e verso la situazione sanitaria che stiamo vivendo, sentiamo che questo sia il momento di attendere per fermarsi e programmare le vacanze estive in Italia.

Questo, però, non significa che smetteremo di guardare avanti.

È questo il momento anche per conoscere le nostre bellezze archeologiche, enogastronomiche, religiose e culturali e di pensare al futuro e prendere il meglio dalla situazione attuale. È il momento di mettere in campo conoscenze, competenza e creatività per programmare le mete, itinerari e modalità di viaggio e per trovare nuove sinergie conoscere a fondo il potenziale  turistico delle Regioni del Sud!  

Saranno coinvolti in questo progetto anche gli italiani all’estero con un progetto per il turismo di ritorno .è indubbiamente più sensibile alle origini, al territorio suo e degli avi, visitare i piccoli borghi e ai luoghi lontani dal turismo di massa e da quelli solitamente battuti .

Il “turismo di ritorno” è quello degli italiani emigrati all’estero o dei loro discendenti che tornano nei paesi di origine dei genitori o dei nonni per ritrovare le loro radici. Un fenomeno che ci ricorda che l’Italia è stata, e in parte continua ad essere, un paese di emigranti, di persone all’estero in cerca di fortuna o semplicemente di un lavoro, che tendono a tornare nella terra delle radici ogni volta che è possibile.

Il bacino potenziale è pari a circa 80 milioni d persone. Il giro d’affari relativo a questo segmento turistico dal solo continente americano si aggira intorno ai 650 milioni di euro per un totale di 670mila arrivi/anno in Italia. Questi dati provengono da una ricerca Enit – Agenzia nazionale del turismo – presentata nell’agosto scorso.

Dunque, non vediamo l’ora di potervi accompagnare nei nostri viaggi di incontro e scoperta di culture vicine e lontane o di partire con voi a piedi, attraverso cammini con cui conoscere l’Italia a passo lento tra spazi immensi e aria pura, ascoltando la natura incontaminata e mangiando prodotti genuini che solo il Sud d’Italia può darvi.

È nostra intenzione, inoltre, puntare ancora di più sull’italia valorizzando il nostro Belpaese attraverso itinerari responsabili. Sentiamo come nostro dovere, soprattutto in questo momento, contribuire alla ripresa del turismo nazionale e sostenere le economie di tutti i territori più colpiti.

La nostra speranza è quella di rincontrarci presto, magari già a partire dal prossimo estate.

In questo periodo non vogliamo comunque lasciarvi soli! Troveremo altri modi per tenervi compagnia e farvi continuare a viaggiare anche da casa, attraverso l’informazione, libri da leggere, film e racconti di viaggio dei nostri lettori. Continuate a seguirci sui social e condividete con noi le vostre foto e le esperienze di viaggio che avete vissuto e indicandoci le vostre prossime mete.

Le Associazioni degli italiani nel mondo ovunque siano saranno i nostri interlocutori in questo progetto di ‘turismo di ritorno’

Scriveteci e indicateci la vostra futura meta con noi!

A presto!

la redazione@progetto-radici.it

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *