Iran ammette: aereo abbattuto perche’ scambiato per “velivolo ostile”.

Primo piano

Sono stati gli iraniani ad abbattere il Boeing 737 precipitato 4 giorni fa dopo il decollo .
Lo ammettono gli stessi dopo le indagini volute dal presidente Zelensky. Il ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif incolpa gli Stati Uniti: «È accaduto nel momento di crisi causato dall’avventurismo degli Usa».
Ecco il twitt del presidente iraniano Hassan Rouhani:
“Armed Forces’ internal investigation has concluded that regrettably missiles fired due to human error caused the horrific crash of the Ukrainian plane & death of 176 innocent people.
Investigations continue to identify & prosecute this great tragedy & unforgivable mistake. #PS752”
“Coloro che sono coinvolti nello schianto dell’aereo ucraino saranno presto processati”, “sono state prese misure legali contro “coloro che hanno commesso l’errore” dice Rohani.
I 176 tra passeggeri e membri dell’equipaggio del Boeing 737 dell’Ukraine International Airlines sono morti con lo schianto. Fino a ieri l’Iran aveva negato di aver abbattuto il velivolo con un missile.
Eleonora Magnelli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *