Turismo italiano nella penisola

Turismo

Nello spirito di “Radici”, desideriamo proporre ai nostri Lettori, che ci seguono dall’estero, un mezzo diverso per gestire le proprie vacanze al mare o ai monti in Patria. Ovviamente, se il nostro progetto dovesse avere buon fine, l’estate di riferimento sarebbe quella 2020. L’iniziativa, l’abbiamo chiamata “Italiani a casa .” Ci riferiamo, ovviamente, alla prospettiva di vacanze nel Bel Paese. A parte il viaggio, che ciascuno potrà organizzare come meglio ritiene (Aereo, Nave o Autovettura), il soggiorno andrebbe a realizzarsi presso alloggi convenzionati, nei siti prescelti, che, a un prezzo interessante, ospiterebbero le famiglie dei turisti a casa loro con prima colazione compresa. La pensione completa non la escludiamo a priori.

Il resto della vacanza potrà, così, essere gestita in modo autonomo nelle spiagge dei nostri litorali o sulle montagne. La Penisola ha anche bisogno di un turismo di massa. La vera novità, sulla quale speriamo di poter far conto, è vivere la vacanza nella realtà di un Paese lasciato parecchi anni prima con l’opportunità di rivivere certe tradizioni locali. Il nostro progetto ci sembra percorribile e, più volte, c’è stato suggerito. L’esperienza resta d’interesse. Le famiglie sono ospitali e i prezzi per un soggiorno, tutto da scoprire, potrebbero essere molto ragionevoli. Anche perché l’ospitalità non ha prezzo.

Ora, l’idea ha lasciato il “cassetto” dei progetti ed è pubblicata. Non resta che far conto sull’interesse di chi ci legge. Lo stimolo a concretare questo programma lo lasciamo a chi potrebbe essere direttamente interessato a vivere un’esperienza turistica diversa in Patria.

Giorgio Brignola

la redazione di RADICI accetta prenotazioni per le vacanze in Italia da organizzare secondo le esigenze dei lettori, scrivete le vostre esigenze  a : redazione@progetto-radici.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *