Italiani all’estero, il MAIE emendamento contro il raddoppio della tassa di cittadinanza

Primo piano

“Ci opponiamo con forza all’aumento della cosiddetta tassa di cittadinanza per i discendenti dei nostri emigrati. Portare la gabella da 300 a 600 euro, raddoppiandola, vuol dire non avere idea di quanto sia difficile per i nostri connazionali, in particolare in certi Paesi dell’America Latina, poter avere tali somme a disposizione. Per questo il Sen. Adriano Cario, della componente MAIE al Senato, ha presentato un emendamento volto a cancellare l’aumento di questa odiosa e iniqua tassa, che secondo alcuni è persino incostituzionale, perché tassa un diritto. No, i nostri italiani nel mondo non si meritano uno sgarbo del genere e come MAIE siamo e saremo sempre dalla loro parte”. E’ quanto dichiara in una nota l’On. Mario Borghese, deputato eletto in Sud America, vicepresidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *