Ecco le principali mostre nel mondo in corso di svolgimento

Cultura

 BERLINO – Dall’11 ottobre all’8 marzo l’Alte Nationalgalerie presenta la mostra “Fighting for Visibility. Women Artists in the Nationalgalerie before 1919”, dedicata alle donne pittrici e scultrici che esattamente 100 anni furono ammesse ai corsi d’arte presso la Berliner Kunstakademie. Il percorso accoglie dunque i lavori di queste artiste che sono riuscite a far includere le loro opere nella collezione della Nationalgalerie e ad affermarsi tra pregiudizi e difficoltà.

    LONDRA – Alla National Gallery dal 7 ottobre al 26 gennaio la mostra “The Credit Suisse Exhibition: Gauguin Portraits”, la prima dedicata ai ritratti del celebre artista. In un arco temporale che va dai primi anni della carriera agli ultimi trascorsi in Polinesia, la mostra illustra la rivoluzione nella ritrattistica realizzata da Gauguin, presentando circa 50 lavori (tra dipinti, opere su carta e oggetti tridimensionali).   

    BILBAO – Arriva al Guggenheim dal 25 ottobre al 16 febbraio “Masterpiece from the collection of the Kunsthalle Bremen: from Delacroix to Beckman”, che si focalizza sull’arte tedesca e francese tra ‘800 e metà ‘900. Nel percorso le opere selezionate, poste le une accanto alle altre, permettono un confronto tra i diversi movimenti artistici nati nell’epoca su cui la mostra si concentra, dall’Impressionismo all’Espressionismo.

    AMBURGO – “Baselitz – Richter – Polke – Kiefer: The Early Years of the Old Masters” è la mostra in programma dal 13 settembre al 5 gennaio alla Deichtorhallen Hamburg. Focalizzandosi sul racconto dei primi anni di attività dei quattro artisti, l’esposizione presenta al pubblico circa 100 lavori, raccontando l’epoca degli anni ’60.

    ANVERSA – Dal 5 ottobre (fino al 31/12/20) il Museo Mayer Van Den Bergh presenta “The Madonna meets Mad Meg”, l’antologica che celebra l’incontro tra il capolavoro di Pieter Bruegel il Vecchio, Margherita la Pazza (Dulle Griet, o Mad Mag), che torna “a casa” dopo un importante restauro, e la Madonna del latte in trono di Jean Fouquet. La mostra riunisce anche dipinti, sculture, manoscritti e oggetti del XV e XVI secolo provenienti dalle collezioni di Fritz Mayer van den Bergh (1858-1901) e Florent van Ertborn (1784-1840), rispettivamente all’origine delle attuali collezioni dei musei Mayer van den Bergh e KMSKA. BRUXELLES – Il processo creativo che dal disegno porta alla stampa è al centro di “The World of Bruegel in Black and White”, la mostra ospitata dal 15 ottobre al 16 febbraio alla KBR – Biblioteca Reale del Belgio. Nel percorso trovano spazio numerose opere di Bruegel, artista che prima ancora che come pittore, si affermò proprio come tipografo, realizzando nel corso della sua vita circa 60 stampe che contribuirono a diffondere la sua fama.

    AARAU (Svizzera) – Aprirà il primo settembre alla Aargauer Kunsthaus ad Aarau, in Svizzera, la mostra “Mask. In Present-Day Art”, dedicata all’uso che gli artisti contemporanei fanno della maschera, a livello metaforico e come strumento di espressione delle relazioni tra ruoli sociali e identità. Nel percorso, in programma fino al 5 gennaio, numerose opere – tra oggetti, installazioni, dipinti, fotografie e video – realizzate negli ultimi 20 anni da artisti provenienti dalla Svizzera e dal resto del mondo. 

PH:Exhibition view: “Picasso and his Time” with works by Pablo Picasso © Pablo Picasso / Succession Picasso / VG Bild-Kunst, Bonn 2017 / Staatliche VG Bild-Kunst, Bonn 2017 / Staatliche Museen zu Berlin, Museum Berggruen / David von Becker


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *