Referendum: per la nuova legge elettorale

Politica italiana e internazionale

Written by:

Accertato, oltre ragionevole dubbio, che tutte le leggi elettorali, varate dal Parlamento della Repubblica, per il loro “complesso”meccanismo applicativo, portano a “sconvolgimenti” certamente non casuali, per la prossima chiamata alle urne, la legge elettorale potrebbe essere il “frutto” di un referendum popolare. Con buona pace di tutti; anche dei più scettici.

A pochi mesi da fine anno, con un Esecutivo “rabberciato”, un referendum popolare sui meccanismi di una nuova legge elettorale sarebbe il male minore. Anche tenuto conto che l’alleanza politica PD/M5S non si è ancora orientata per esprimere un’univoca volontà. Neppure quella degli italiani che votano dall’estero.   Del resto, anche i promotori del Referendum, almeno mostrerebbero una garanzia popolare. Saranno le percentuali a dare corpo a una legge elettorale popolare.

Resta, almeno per noi, il dubbio delle schede “bianche” che, tra l’altro, non andrebbero a inficiare minimamente i risultati referendari di un’ipotetica legge elettorale. In questo caso, il movimento del “Non Voto” non influirebbe sul futuro sulla composizione Parlamentare della nostra Repubblica che già sarà ridimensionata nel numero dei Deputati e dei Senatori.

Giorgio Brignola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *