Brasile, un agosto all’insegna della cultura italiana

Rete Diplomatica

Written by:

Un agosto fitto di proposte culturali italiane quello che si sta concludendo a San Paolo. Per i cento anni dalla nascita di Primo Levi, è stata presentata al Centro Culturale Tapera Tapera’  la nuova edizione in brasiliano delle poesie del grande scrittore torinese (‘Mil Sois’, casa editrice Todavia). Mauricio Santana Dias il traduttore ha curato l’evento che ha visto alternarsi nella lettura tre poeti brasiliani. Inoltre è ancora aperta presso il Centro della memoria del Museo ebraico di San Paolo la mostra fotografica ‘Viaggio per l’Italia ebraica’ di Alberto Jona Falco.  Sempre nell’ambito della letteratura Igiaba Scego, la scrittrice italiani di origini somale, si è incontrata con i suoi lettori nella Biblioteca Mario de Andrade, la piu’ importante biblioteca pubblica di San Paolo, e al Festival LiterCultura di Curitiba  in vista del prossimo lancio dell’edizione in portoghese del suo romanzo Oltre Babilonia.  Inoltre sono ripresi i gruppi di lettura in vista della Fiera del libro italiano organizzata dall’Istituto italiano di cultura. 

Per quanto riguarda l’offerta cinematografica l’evento saliente è stato il Festival 8 1/2 nel Cinema Espaco Itau’ di San Paolo alla presenza del Console Generale Filippo La Rosa e con il regista Marco Tullio Giordana come ospite d’onore. Il Festival 8 ½, che tocca 12 città brasiliane,  si conferma la principale rassegna di cinema italiano nel Paese con oltre 300 proiezioni di film di prima visione. La cerimonia di inaugurazione è stata organizzata nell’Ambasciata d’Italia che dà il suo patrocinio al Festival.

A completare l’offerta culturale la quinta edizione del ciclo di musica barocca ‘Itinerancia Musical Ruspoli’, dedicata al Principe Francesco Maria Ruspoli, grande benefattore delle arti nel primo Settecento. Alla presenza dei Consoli Generali d’Italia e di Ungheria, nella chiesa di Nossa Senhora da Boa Morte nel centro storico di San Paolo, sono state eseguiti recitativi e arie in italiano composti da Alessandro Scarlatti (1660-1725) e Georg Friedrich Haendel (1685-1759).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *