Visite guidate in italiano alla scoperta di Monaco di Baviera

Cultura

Written by:

MONACO – Dopo l’appuntamento di maggio, si replica sabato 8 giugno con le “Storie Olympiche” e la passeggiata nell’Olimpyapark.

München 1972, i XX Giochi Olimpici dell’era moderna cominciano il 26 di agosto. Il neonato Olimpyapark si riempie di atleti da tutto il mondo. Come era organizzato il Villaggio Olimpico e come è oggi visitarlo con i suoi splendidi murales? Cosa successe il 5 settembre quando il terrorismo interruppe i Giochi e come sono i luoghi di quei tragici avvenimenti? Chi fu l’atleta che vinse sette medaglie d’oro e stabilì 7 record del mondo nei primi giorni delle gare? Da dove veniva la ginnasta che inventò un nuovo salto alle parallele che ancora oggi porta il suo nome? Tutto questo e altro ancora in una “Passeggiata nell’Olimpyapark” durante la quale ascoltare “Storie Olympiche”.
Il giorno successivo, invece, visita guidata a Königsplatz e al Museo delle Antichità di Monaco. Perché c’è una piazza con edifici greci a Monaco? Chi erano le misteriose statuette cicladiche che hanno ispirato Modigliani? Perché Dionisio trasformò in delfini dei pirati etruschi? Quanto e come bevevano il vino gli antichi greci? Quali erano gli sport che si praticavano durante le antiche Olimpiadi? Chi erano gli opliti e come erano equipaggiati? Tutto questo e altro ancora nella visita con archeologo.
Infine, lunedì 10 giugno, si va alla scoperta dei Samurai a Monaco. Chi furono i Samurai, che per oltre 700 anni dominarono i campi di battaglia del Giappone? Che cosa sono, nella panoplia di questi guerrieri dell’estremo oriente, la wakisashi e la katana? Perché le loro armature cambiarono struttura quando nella terra del Sol Levante arrivo un’invenzione cinese portata dai portoghesi? A cosa servivano le «bandierine» che portavano sulla schiena durante il combattimento? Perché questa casta di guerrieri scomparve nel XIX secolo? Tutto questo e altro ancora nella visita alla mostra Samurai – Lo splendore dei cavalieri giapponesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *