L’Associazione Molfettesi nel Mondo cambia casa

cronaca

La nuova sede, in Piazza Municipio.

Ci siamo: abbassata la saracinesca della sede di via Ricasoli, l’Associazione Molfettesi nel Mondo sta per aprire i battenti di quella nuova, nei locali al piano terra della storica sede municipale in Piazza Municipio, concessi in locazione dall’Amministrazione comunale.

“Per noi – spiega Angela Amato, presidente dell’associazione – non è un semplice trasloco. Abitare in Piazza Municipio, dentro il vecchio Palazzo di Città, non è solo una questione di cambio di indirizzo. Sicuramente avremo spazi più ampi dove svolgere le nostre attività e dove accogliere nel modo migliore i molfettesi che vivono fuori e che tornano a Molfetta. Avremo anche una maggiore visibilità che non potrà che giovarci. Ma ciò che più ci riempie di orgoglio e soddisfazione è l’esplicitazione del ruolo istituzionale che il nostro sodalizio riveste. Poter attaccare l’insegna dei Molfettesi nel Mondo sullo stesso fabbricato dove operano l’Ufficio Anagrafe e l’Ufficio Elettorale del Comune di Molfetta, è per noi un traguardo bellissimo. È come chiudere idealmente il cerchio che Rodolfo Caputi e gli altri fondatori cominciarono a tracciare, con grande lungimiranza, nel lontano 1981”.

La nuova sede, sarà condivisa con l’Associazione In-Co Molfetta che si occupa della promozione di progetti sulla mobilità dei giovani europei. Una coabitazione che non spaventa le due organizzazioni che, anzi, la vedono come un’opportunità, un’occasione per creare scambi di esperienze intergenerazionali e interculturali e che sono pronte a scommettere sulla riuscita dell’esperimento.

“Vogliamo esprimere – ha concluso Amato – tutta la nostra gratitudine al sindaco Tommaso Minervini e all’assessore Angela Panunzio, sempre molto attenti alle nostre iniziative, che hanno reso possibile questo importante traguardo. Moltiplicheremo il nostro impegno al servizio dei molfettesi sparsi nel mondo e di tutta la comunità cittadina”.

La data dell’inaugurazione non è stata ancora fissata. Le due associazioni vogliono organizzare l’apertura ufficiale insieme, una volta che entrambe avranno completato il trasferimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *