Crisi Venezuela, Sottosegretario Merlo a Caracas

Primo piano

Written by:

E’ ufficiale, sarà ancora una volta il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, a rappresentare l’Italia nell’incontro del Gruppo di contatto internazionale sulla crisi in Venezuela che si terrà mercoledì 15 maggio a Caracas.

Ideato dall’Unione europea, il Gruppo di contatto internazionale lavora da mesi ormai per cercare una soluzione pacifica, non violenta, alla crisi venezuelana. Si tratta della sua prima missione in Venezuela, quella che agli occhi di molti osservatori appare come l’estremo tentativo per cercare di riportare libertà e democrazia nel Paese senza scatenare una guerra. Se dovesse fallire, quella di un intervento militare per liberare il Venezuela da Maduro potrebbe non essere più un’ipotesi così lontana.

Dunque quello di Caracas non sarà un incontro come i precedenti, ma pressoché definitivo. Non vi parteciperanno tutti i Paesi del gruppo, ma quei quattro che lo stesso ha voluto delegare: Italia, Spagna, Portogallo e Svezia. Questo oggi è il gruppo che ha maggiore credibilità per mediare e arrivare a una soluzione della crisi senza violenza. La presenza dell’Italia, del Sottosegretario Merlo, a questo incontro è ancora più importante rispetto alle altre volte: ogni possibilità dovrà essere valutata con attenzione prima di chiudere ogni tipo di dialogo.

Merlo, intanto, senatore eletto all’estero nella ripartizione Sud America, grande conoscitore delle dinamiche latinoamericane, continua ad essere in contatto diretto con il ministro degli Esteri Enzo Moavero e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, oltre che con le cancellerie degli Stati membri del Gruppo, in modo tale da arrivare sul tavolo di Caracas coordinati e preparati al meglio, pronti a portare avanti con tutte le forze l’ennesimo sforzo comune che possa evitare altro spargimento di sangue, con il Venezuela che potrebbe diventare la nuova Libia.

“Continua l’impegno dell’Italia per portare il Venezuela a elezioni libere e democratiche”, commenta il Sottosegretario Merlo, che in occasione della sua missione a Caracas incontrerà anche la comunità italiana ivi residente, per ascoltare i nostri connazionali, proporre soluzioni e dimostrare ancora una volta la vicinanza del governo italiano alla nostra comunità residente in terra venezuelana: oltre 130mila connazionali che il nostro Paese non ha alcuna intenzione di abbandonare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *