Notre-Dame: i messaggi dei presidenti di regione

Cultura

Written by:

Spento l’incendio che ha devastato Notre-Dame, a Parigi, molti messaggi di vicinanza per la perdita di un monumento che rappresenta una città e una nazione.

“La prima volta che vidi Notre-Dame avevo 16 anni ed ero a Parigi per il mio primo viaggio all’estero. – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Non dimenticherò mai quel momento in cui ho ammirato questa meraviglia.
La Liguria abbraccia Parigi e la Francia, nella speranza che non tutto sia perduto e che la Nostra Signora possa tornare, nel suo splendore, ad accogliere fedeli e turisti da tutto il mondo”.
Per il presidente della regione Piemonte, Sergio Chiamparino, si tratta di una “ferita al cuore dell’Europa. Ci riporta all’incendio della Cappella della Sindone di Torino
“Un pensiero e un abbraccio caloroso ai francesi e ai cittadini di Parigi”, da parte del presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, che evidenzia come l’incendio a Notre-Dame mostri non solo luoghi di uno Stato, “ma dell’Europa e del mondo”.
Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, evidenzia “uno dei simboli più forti della cristianità e della civiltà europea divorato dalle fiamme a pochi giorni dalla Pasqua. Non ci sono parole, solo una grande tristezza. Sono vicino al popolo francese che, sono certo, saprà restituire al mondo la Cattedrale. Come prima e meglio di prima, come la Fenice che risorge dalle sue ceneri”.
Anche il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, si dice colpito dal vedere Notre-Dame in fiamme: “È uno dei simboli più alti della cristianità, della cultura e della storia europea, a cui tutti noi sentiamo di appartenere. Ma la struttura in pietra si è salvata e i francesi già hanno aperto una sottoscrizione per Notre Dame; il legno di quercia bruciato sarà sostituito e il tetto e la guglia saranno ricostruiti”.
Il presidente della regione Sicilia, Nello Musumeci, sottolinea che si tratta di un “tragedia che deve invitare a riflettere. Molto spesso la manutenzione rimane un aspetto marginale della custodia dei beni culturali e, invece, è un’esigenza prioritaria come ci insegna Parigi”.
“Massima solidarietà a tutto il popolo francese – trasmette il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana – e massima sofferenza da parte di tutti quelli che credono in questi valori.
E’ una cosa drammatica: con Notre Dame rischia di essere distrutto uno dei simboli della nostra cultura, della nostra storia e della nostra religione, qualcosa che va veramente oltre il valore artistico della cattedrale”.
Anche per il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, sono “davvero terribili le immagini della cattedrale di Notre Dame divorata dalle fiamme. Solidarieta’ alla citta’ di Parigi e a tutto popolo francese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *