Catturare l’anima dei luoghi: mostra a San Francisco

Primo piano

Written by:

SAN FRANCISCO – Stefano Forgione e Giuseppe Rossi, due artisti italiani che creano in luoghi di interesse storico e paesaggistico opere che utilizzano la proliferazione naturale di muffe su iuta, sono i protagonisti di “Genius Loci”, mostra ha aperto i battenti al Museo Italo Americano di San Francisco.

Aperta al pubblico fino al 9 giugno, la mostra è sponsorizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco, con il patrocinio del Console Generale d’Italia e il supporto de La Scuola Internazionale.
I due artisti lavorano sotto lo pseudonimo di TTOZOI e la mostra, curata da Anna Dusi e Mary Serventi Steiner, è stata intitolata “Genius Loci” proprio per puntare l’attenzione su uno degli aspetti più particolari delle loro creazioni. Tutte le loro opere, infatti, vengono realizzate in siti di grande interesse e suggestione per “catturare” lo spirito di questi luoghi e trasferirlo sulla tela. Ad essere esposte saranno opere realizzate alla Reggia di Caserta, a Pompei e al Ghetto di Roma.
TTOZOI ha ora ottenuto il permesso dalla Golden Gate National Recreation Area, all’interno del programma Art in the Park, di creare una serie di opere a Fort Point, sito storico nazionale degli Stati Uniti e sito iconico, sotto il Golden Gate Bridge. Un luogo scelto come gli altri per la sua lunga storia, importanza e “anima”. Il processo di creazione artistica sarà aperto al pubblico.
La tecnica usata da questa coppia di artisti è complessa. Prima sulla tela di juta dipingono con una sostanza organica composta da pigmento naturale, acqua e una varietà di farine. Quindi sigillano il lavoro in un contenitore che viene lasciato sul posto per un periodo di diversi mesi, consentendo alle muffe di proliferare naturalmente. Gli artisti controllano da vicino il progresso delle spore e decidono quando è il momento di interromperlo. Le tele a quel punto vengono protette con delle resine non alterano comunque la naturalezza del risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *