Il pianista Pasquale Iannone star in Portogallo

Cultura

Written by:

 Sabato 24 novembre suona il Rach 2 per i 25 anni degli Amici del Conservatorio di Madeira.

Altre date in Italia e all’estero.

E il 18 dicembre concerto per il Barletta Piano Festival

Importante trasferta all’estero per il pianista barlettano Pasquale Iannone, concertista di fama internazionale che sabato 24 novembre sarà il grande protagonista di un evento in Portogallo per celebrare i 25 anni di attività dell’Associação dos Amigos do Concervatório de Música da Madeira, tra le più importanti istituzioni musicali del Paese.

Al Teatro Municipal Baltazar Dias, dove sarà affiancato dall’Orchestra di Madeira diretta da Dinis Sousa, Iannone suonerà il Secondo Concerto di Rachmaninov, il più popolare ed eseguito dei quattro Concerti per pianoforte e orchestra del compositore russo. Una pagina che il pianista pugliese proporrà prossimamente in Italia (e nella primavera 2019 in Messico) per alcune date di un tour che nelle settimane a venire lo vedrà impegnato in versione solo anche in Puglia, il 7 dicembre al Festival Pianistico Città di Corato, e poi nella sua Barletta, il 18 dicembre, al Teatro Curci, per un recital molto atteso inserito nella programmazione del Barletta Piano Festival da lui stesso diretto nella Rete di musica d’arte Orfeo Futuro. 

Virtuoso della tastiera, e tra i capofila del movimento di pianisti pugliesi che da tempo fa parlare di sé nel mondo e che il Nuovo Mondo ha conquistato suonando alla Carnegie Hall di New York, «oggi Pasquale Iannone conta tra i pianisti che “sanno” non soltanto suonare ed interpretare, ma affrontare altresì le pagine più ardue del repertorio virtuosistico», ha detto di lui Aldo Ciccolini, tra i grandi interpreti della tastiera del Novecento. Ma Iannone da diversi anni è anche impegnato sul fronte didattico e nella scoperta di nuovi talenti e astri nascenti del pianoforte, che ha fatto conoscere al pubblico di appassionati attraverso le rigorose e puntuali programmazioni del Barletta Piano Festival, manifestazione con la quale ha portato avanti un progetto artistico diventato un punto di riferimento nel panorama della manifestazioni italiane dedicate agli ottantotto tasti.