50 anni per il primo circolo dei Bergamaschi nel Mondo

Cultura

Written by:

Compie 50 anni il primo Circolo dei Bergamaschi nel Mondo: nel 1968 venne fondato il Circolo de La Louvière in Belgio. Quattro amici, per non dimenticare le loro origini bergamasche, decisero di aderire all’Ente, nato l’anno precedente, istituendo ufficialmente un sodalizio orobico in Vallonia. Il primo Presidente Giuseppe Pesenti, guidò per 34 anni il gruppo. In pochi anni vi aderirono circa 300 famiglie. Dal 2002 al 2014 le redini sono passate a Giovanni Bacis e dal 2014 a oggi a Giuliana Tosello.

L’anniversario, occasione per cui si celebra (in un simbolico lungo cinquantesimo) anche l’Ente dei Bergamaschi nel Mondo, sarà festeggiato in Belgio con un duplice evento a cui prenderanno parte i componenti di tre Circoli del Paese straniero: Bruxelles, La Louvière e Liegi.

Un primo momento è previsto nella serata di giovedì 22 novembre 2018 presso la sede della Delegazione di Regione Lombardia presso la UE, a Bruxelles, con testimonianze rappresentative dei tre Presidenti, Mauro Rota, Giuliana Tosello e Paride Fusarri precedute dall’intervento del Presidente dell’Ente Bergamaschi nel Mondo, Carlo Personeni e in conclusione la sintesi della tesi di Silvia Rota “L’emigrazione bergamasca in Belgio nel secondo dopoguerra”. «In effetti – sostiene Mauro Rota, Presidente del Circolo di Bruxelles, – il contributo di testimonianze di Storie di Vita di mezzo secolo in emigrazione stimola una riflessione sulla riconoscenza nei confronti della diaspora bergamasca».

Successivamente è previsto un secondo momento nella mattinata di venerdì 23 novembre 2018 con l’inaugurazione di una targa commemorativa presso il Mémorial del sito museale del Bois du Cazier a Marcinelle.

I tre Circoli bergamaschi del Belgio, Circoli di Bruxelles, La Louvière e Liegi, vogliono così celebrare la ricorrenza a Marcinelle con l’inaugurazione della targa commemorativa presso il Mémorial del sito museale del Bois du Cazier, in ricordo delle vittime della catastrofe di Marcinelle dell’8 agosto 1956, tra cui il Bergamasco Assunto Benzoni, originario di Cerete.
«La targa vuole incidere nel tempo il ricordo delle vittime della catastrofe di Marcinelle onorando simbolicamente il sacrificio di tutti gli emigranti italiani -: dichiara Silvana Scandella, segretaria del Circolo di Bruxelles -. L’ufficialità dell’inaugurazione sarà garante di un riconoscimento che perdurerà nel tempo per non dimenticare, proprio come la dedica di Rue de Bergame in Vallonia».

Il programma prevede alle 10:30 l’accoglienza, alle 11 la cerimonia commemorativa e la deposizione della corona di fiori, alle 11:30 l’inaugurazione della targa commemorativa. Dopo il pranzo nel pomeriggio è prevista una visita al sito museale.
Per prenotazioni (entro il 15 novembre) è possibile scrivere a: bergamaschi.bruxelles@gmail.com

Venerdì 16 novembre sarà tenuta una conferenza stampa a Bergamo per presentare i due avvenimenti e l’agenda dei prossimi eventi dell’Ente Bergamaschi nel Mondo tra cui il festeggiamento del 50° anniversario di fondazione del Circolo di Ginevra.

Leggi anche questo articolo sulla storia di Giuliana Tosello presidente del Circolo dei Bergamaschi nel mondo di La Louvière.